Psicosi di una donna curiosa (2012)

Tracklist


  1. Fuori (lyrics)
  2. Tempo Latitante (lyrics)
  3. Alice (lyrics)
  4. Il Re Servo (lyrics)
  5. Pandora (lyrics)
  6. Exit (lyrics)
  7. Libero Arbitrio (lyrics)
  8. Lu (lyrics)
  9. Maredinverno (lyrics)

“Psicosi di una Donna Curiosa” – 2012: Concepito e prodotto da “Il Vaso di Pandora”
Registrato, mixato e masterizzato presso lo Studio SubCave di Bologna grazie all’inestimabile aiuto di Gianluca “Pecos” Grazioli.
Guest in studio: Anno Mathias Henke – Basso.
Gli archi de “Il Re Servo” e “Maredinverno” sono stati registrati dal “BaRock String Quartet” (Noemi Guerzoni – primo violino, Elena Mirandola – secondo violino, Irene Coratti – viola, Tiziano Guerzoni – violoncello).

FUORI


Tu
Sei la parola che considero tabù
Quella che si usa per offendere
Recidere scarnificare priva di ogni senso
Che tradisce che t’inganna e si fa odiare
Tu
La supponenza che non si tollera più
Quella melensa frenesia e
L’inquietante luccichio di spilli e lame a tradimento
Infettati dall’invidia e dal rancore

Ti spegni o no?

Io vado fuori
Io vado fuori
Io vado fuori
E non mi trovi
Neanche se provi
Neanche se provi

Se
Solo parlassi tu non rideresti più
Se solo un po’ ti somigliassi
Lo sai che soddisfazione con il tuo stesso veleno
Che spettacolo restare lì a guardare

Lento va
Vuoto il verbo

Io vado fuori
Io vado fuori
Io vado fuori
E non mi trovi
Neanche se provi
Tu non ci provi

Io vado fuori
Io vado fuori
Io vado fuori
E non mi trovi
Neanche se provi
Tu non ci provi

TEMPO LATITANTE


Vivi dei poi
Forse dei mai
Sì che sarai
Ma non hai scia

Pensieri da dea
Lontana realtà

Tempo latitante
La costante invariabile
Mani troppo aperte
Ed il possesso scappa via

Sai quello che vuoi
Puoi ma non fai
Sì che sarai
Ma non hai scia

Pensieri da dea
Lontana realtà

Tempo latitante
La costante invariabile
Mani troppo aperte
Ed il possesso scappa via
Vita da sonnambula
Patetica mitomane
Tempo latitante
Mani aperte a perdere

Tempo latitante
La costante invariabile
Mani troppo aperte
Ed il possesso scappa via
Vita da sonnambula
Patetica mitomane
Tempo latitante
Mani aperte a perdere

ALICE


Ahi ahi
Aspetti molteplici che
Risiedono in me ed
Ahi ahi
Distinte personalità sono in compagnia
Ahi ahi
Confusi pensieri ed idee
Contrasti per delle scelte
Distratte ma combattute
Da prendere in due

Leggera e labile
Inafferrabile
Incorreggibile
Doppia inscindibile
Semplice shuffle
Distrattamente

Ahi ahi
Tra meriti e colpe
Ahi ahi
Esclamo stranita
Ahi ahi
Se vivo in un bivio
Ahi ahi
Non è un crimine

Leggera e labile
Inafferrabile
Incorreggibile
Doppia inscindibile
Semplice shuffle
Distrattamente
Distrattamente

Superando il limite
Pur se consapevole
Violo il quieto vivere
Respirando nuvole (x4)

Semplice shuffle
Distrattamente
Distrattamente

Superando il limite
Pur se consapevole
Violo il quieto vivere
Respirando nuvole (x5)

Semplice shuffle (x3)

IL RE SERVO


Pavido e tacito
Schiavo di uno sguardo
Freddo e languido
Senza dignità
Privo di identità
Così ti si vuole

Arida geisha
Succube
Inginocchiato è il re

Anche se di seta
Cangiante e soffice
Restano catene
Ti accarezzano
Lente si stringono
Non ti puoi muovere

Arida geisha
Succube
Inginocchiato è il re
Arida geisha
Succube
Inginocchiato è il re

Si stringono

Arida geisha
Succube
Inginocchiato è il re
Arida geisha
Succube
Inginocchiato è il re

PANDORA


Lunga e inevitabile
Quasi imprescindibile
E’ là che va senza una scia
Quasi malinconica
Sulla falsa riga di
Un vaso che ti chiama a sé
Sono solo senza armi

E vai (x4)

Lucida nell’euforia
Sfocia quasi in apatia
E il vaso è lì ti chiama a sé
Sempre solo senza armi

Vieni
Vieni
Sono qui
Vieni

Sono qui
Sono qui
Vieni qui
Perditi

Sono qui
Sono qui
Vieni qui
Vieni qui

Sono qui (x3)

E vai (x4)

EXIT


Voci
Suoni
Visi senza età
Luci
Grigie
Non c’è una logica

Esci
Scappa
Muri nella testa che si stringono
Ora
Presto
Labirinti senza uscita non ce n’è

Tu nel
Mezzo
Si avvicinano
Se fa
Male
Urla forte più che puoi

Esci
Scappa
Nella mente è lì che ti tormentano
Ora
Presto
Labirinti senza uscita non ce n’è

Lascia per un attimo
Scivolare l’incubo
Forse è meglio andare via
E morire un po’ più in là
Morire un po’ più in là

Esci
Scappa
Nella mente è lì che ti tormentano
Ora
Presto
Labirinti senza uscita non ce n’è

LIBERO ARBITRIO


Oltre il tempo
Il giudizio
Non mi segue più
Nel cammino
Giungo a un bivio
E mi fermo per un po’

Vieni
Qui
Da me da me
Ti copro di quello che c’è

Quasi presa
E’ la scelta
Ma qualcosa in me
Dolce voce
Io ti sento
E ne voglio ancora un po’

Vieni
Qui
Da me da me
Non ti prometto favole
Senza
Più
Le remore
Di pace io ti vestirò

Vieni qui
Da me

Vieni
Qui
Da me da me
Non ti prometto favole
Senza
Più
Le remore
Di pace io ti vestirò

LU


Lu
Al di là di lei
All’inverso va
Tutto il resto
Lu
Tutto da di lei
Non ha spazio più
Per i lividi
Se
Piange sbaglia è
Troppo debole
E non parla più

Copre gli occhi ma poi
Tra le dita vede
E si chiede se fa
Paura o no
Copre gli occhi ma poi
Tra le dita vede
E si chiede se fa
Paura o no

Lu
Al di là di lei
All’inverso va
Tutto il resto

Lu
Tutto da di lei
Non c’è più
Copre gli occhi ma poi
Tra le dita vede
E si chiede se fa
Paura o no

MAREDINVERNO


Vivi solo
Nudo così
Che ne sai
Che ne sai
Dormi
Dormi

Resta ancora un po’
Resta ancora un po’
Non uscire no
Non uscire no
Non uscire no

Mai
Mai

Senza nome
Oltre si può
Che ne sai
Che ne sai
Dormi
Ancora

Resta ancora un po’
Resta ancora un po’
Non uscire no
Non uscire no
Non uscire no

Mai
Mai